In che modo Qustodio monitora le ricerche web

  • Aggiornato

Qustodio monitora e segnala le ricerche effettuate sui motori di ricerca, tra cui Google, Bing, Yahoo, YouTube e altri. 

 

Cronologia di ricerca

Puoi consultare i termini ricercati da tuo figlio controllando la sua cronologia. Per farlo:

  1. Accedi al tuo account Qustodio e vai sul profilo di tuo figlio
  2. Vai alla sua cronologia attività
  3. Clicca sul menu a tendina “Tutte le attività” e seleziona Ricerche

È inoltre possibile visualizzare i singoli termini ricercati dal ragazzo e il numero delle ricerche effettuate, accedendo alla scheda Ricerche sul web nella sua dashboard.

 

Search IMG 1.jpg          Search IMG 2.jpg



Alert di ricerca

Qustodio si avvale dell'intelligenza artificiale per rilevare quando i ragazzi effettuano ricerche relative ad argomenti potenzialmente problematici, come il bullismo, l'autolesionismo, le assenze da scuola e particolari aspetti legati alla salute. Se viene individuato un argomento rilevante, riceverai un'e-mail, una notifica push e vedrai anche una notifica sulla dashboard di tuo figlio. Nella sua timeline, inoltre, verranno segnalati i termini di ricerca potenzialmente pericolosi.

 

Per smettere di ricevere email e notifiche push relative agli alert di ricerca, segui questi passaggi:

  1. Accedi al tuo account Qustodio e vai al profilo di tuo figlio
  2. Vai su Regole e poi su Filtri web
  3. Vai su Impostazioni e, nella sezione Notifiche, disattiva il pulsante che trovi accanto alla voce Ricerche. 


Search IMG 3.png    Search IMG 4.jpg



Applicare la funzionalità Ricerca sicura

La funzionalità Ricerca sicura di Qustodio “costringe” Google, Bing e YouTube a filtrare i contenuti inappropriati dai risultati di ricerca. Questa funzionalità è nota anche come “modalità con restrizioni”. 

 

Per applicare la Ricerca sicura:

  1. Accedi al tuo account Qustodio e vai al profilo di tuo figlio
  2. Vai su Regole e poi su Filtri web
  3. Vai su Impostazioni e imposta Applicare Safe Search


Search IMG 5.png    Search IMG 6.jpg

 

Nota che i filtri sono controllati dai motori di ricerca stessi e che quindi decidono quali risultati filtrare. La funzione Safe Search di Qustodio impone tale modalità ristretta e impedisce al ragazzo di disattivarla. Inoltre, Safe Search nasconde la sezione dei commenti su YouTube per proteggere ulteriormente tuo figlio da contenuti inappropriati.

 

Safe Search su Android

Per via delle politiche di Google, Qustodio non è in grado di applicare Safe Search all'App Google o al widget della barra di ricerca di Google sui dispositivi Android. Pertanto, quando Applicare Safe Search è attivato, Qustodio avvierà un browser web ogni volta che l’app viene aperta, in modo da poter attivare la modalità con restrizioni. Si noti che ciò influisce su tutti gli aspetti dell'app Google, compresi l'assistente vocale e Google now. 

 

Cosa fare se tuo figlio cerca contenuti potenzialmente pericolosi

Di seguito abbiamo stilato un elenco di risorse che possono essere di supporto nel caso in cui tuo figlio effettui ricerche potenzialmente pericolose. In situazioni di pericolo di vita, rivolgiti ai servizi di emergenza.

 

Suicidio e depressione

 

Problemi di autostima e bullismo

 

Contenuti inappropriati e per adulti

 

Questo articolo ti è stato utile?

Non hai trovato quello che cercavi?

Prova i nostri link rapidi