Come bloccare un sito web usando Qustodio?

  • Aggiornato

In questo articolo scoprirai come bloccare uno specifico sito web , usando Qustodio.

Qustodio blocca specifiche tipologie di siti web ricorrendo a una serie di criteri. Alcuni siti web vengono bloccati in quanto figurano su liste non consentite, stilate da Qustodio o da altri. Altre pagine e siti web vengono bloccati invece quando Qustodio individua contenuti indesiderati al loro interno.

Riepilogo: Per bloccare un sito web, aprire il portale Qustodio. Andare sull’account del bambino e scegliere Regole, poi Regole web. Inserire il nome del sito web e scegliere l’opzione Blocca.

Browser supportati per i dispositivi monitorati

Qustodio può segnalare e bloccare siti web sui seguenti browser:

  • Computer Windows: Google Chrome, Firefox e Microsoft Edge.
  • Computer Mac: Google Chrome, Safari e Firefox.
  • Dispositivi Android: Google Chrome e Firefox.
  • Dispositivi Kindle: Amazon Silk Browser.
  • Dispositivi iOS: Google Chrome e Safari.

Qustodio bloccherà in automatico i browser non supportati di default.

Consiglio. Ti raccomandiamo di parlare con tuo figlio dei siti web che stai bloccando e di spiegargli il motivo.

Come bloccare un sito web

  1. Visita
    http://family.qustodio.com e accedi.
  2. Seleziona il profilo di tuo figlio e poi clicca su Regole > Filtri Web.

    rule_web_qustodio.PNG  categories_qustodio.PNG.

  3. Alla voce Categorie, puoi selezionare intere categorie di siti web da bloccare o monitorare.
     
  4. Se desideri bloccare un singolo sito, clicca su Eccezioni > Aggiungi eccezione e digita l’url del sito web nel campo di seguito. Poi, seleziona l’opzione di blocco del sito e clicca su Salva.

    add_exceptions_qustodio.PNG

  5. Controlla per conferma che il sito web appaia come bloccato nella lista dei domini.

    exceptions_qustodio.PNG

Questo articolo ti è stato utile?

Utenti che ritengono sia utile: 126 su 341

Non hai trovato quello che cercavi?

Prova i nostri link rapidi